CONCORSO 3dForYou_tuppettocase

L’associazione Millimetri, insieme alla società cooperativa 3DU, ha organizzato un concorso di design aperto a tutti i designer, architetti, studenti delle Università, Scuole di Design e Accademie, o semplicemente appassionati, che si sono confrontati sul tema della progettazione di un accessorio utile al vivere quotidiano da realizzare con stampanti 3D.

Sabato 12 dicembre alle ore 19.00, presso Area Artigianato Artistico in Via delle Caserme 46, verranno premiati i progetti vincitori del concorso e inaugurata la mostra dei progetti finalisti.

Durante la premiazione alcuni dei giurati del concorso, Enzo Calabrese e Mirko Maiorano, parleranno del loro approccio al design e alla comunicazione, consegnando i premi ai vincitori. L’evento terminerà con un piccolo rinfresco.
Sono in mostra i 10 migliori progetti e saranno premiati con un premio in denaro i vincitori, Leda Urbanucci con Abyss e Lorenzo Moro con Razzo; Alessandro Giacomelli con Morgana riceverà il prototipo stampato del suo progetto.

#tuppettocase  in esposizione presso lo showroom 3dU in viale Marconi 22 (ph. Domenico Cutellé)

tuppettocase1

tuppettocase3

tuppettocase2

Il progetto  è di proprieta’ di: arch. Antonella Caponnetto, arch. Agata Pedrillo, arch. Valentina Rinaldi, 3D Artist  Luca Micale Capparelli, tutti  i diritti sono riservati.

 

CITTÀ METROPOLITANE E ARCHITETTURA, CATANIA IN MOSTRA A MILANO

MILANO – Sviluppo sostenibile e nuovi modelli di marketing urbano, attraverso la rete e il confronto delle 14 città metropolitane del Paese: anche l’Ordine degli Architetti di Catania tra i soggetti promotori della mostra internazionale “Città d’Italia”, promossa dal Consiglio Nazionale per rilanciare in ambito internazionale il patrimonio culturale, architettonico e professionale del territorio nazionale.

L’evento, dedicato alla “rigenerazione urbana delle città”, è stato inaugurato a Milano e ha visto il capoluogo etneo presente con un’installazione dedicata alle trasformazioni urbane contemporanee e ai valori storici dell’architettura.
«La nostra categoria, pur colpita dalla grave crisi, innescata anche da politiche governative penalizzanti per la professione, non dimentica comunque il ruolo di elemento propulsore per lo sviluppo. L’Ordine etneo – ha dichiarato il presidente etneo Giuseppe Scannella – con l’aiuto d’importanti partner, ha voluto dare un contributo importante nel veicolare l’immagine delle potenzialità del comprensorio catanese». Il riferimento è al lavoro svolto dalla squadra di architetti che hanno “raccontato” il passato, il presente e il potenziale futuro di Catania.
In mostra presso la sede dell’Ordine degli Architetti di Milano (via Solferino), l’installazione è stata realizzata grazie al coordinamento del presidente della Fondazione degli Architetti Paola Pennisi e del vicepresidente dell’Ordine Salvo Fiorito, con i giovani professionisti Valentina Rinaldi, Gabriella Seminara e Carmela Isaia. «L’Ordine ancora una volta diventa promotore di una politica urbanistica virtuosa – ha dichiarato Fiorito – mostrando le vere potenzialità, antiche e moderne della città». Grazie alla vetrina internazionale di Expò 2015, infatti, Catania avrà l’opportunità di mostrare le sue “fratture” ma anche le sue bellezze: «La rigenerazione urbana è il futuro della nostra città – ha sottolineato Pennisi – bisogna superare il paradigma della limitazione dell’uso del suolo, per creare nuovi contesti urbani e progettare la città secondo nuove forme economiche e sociali».
Partner dell’iniziativa – realizzata in collaborazione con il Comune di Catania (assessorato all’Urbanistica e Decoro Urbano retto da Salvo Di Salvo) e con l’Università degli Studi di Catania (Dipartimento Architettura ed Urbanistica diretto dal prof. Paolo La Greca) – sono la Camera di Commercio di Catania, la Sac, l’Autorità Portuale di Catania, Ferrovia Circumetnea e Ance Catania.
La mostra itinerante sarà visibile fino al 25 settembre 2015 per spostarsi, a novembre, a Seoul e successivamente a Tokyo, Singapore, Mosca.
UFFICIO STAMPA I PRESS CATANIA
http://www.i-pressnews.it/milano-catania-si-mette-in-mostra-in-vetrina-per-promuovere-la-rigenerazione-urbana/

#15 SUMMER DESIGN FEST_tuppettocase

image

It’s A Wonderful Time, Summer Design Fest

 18.06.2015

Cosa c’è di meraviglioso in questo tempo di crisi?
La “crisi” è quel “momento cruciale”, quando comincia o cambia qualcosa. Allora prepariamoci al cambiamento, coltivando l’irragionevole speranza che sia un tempo meraviglioso. Perché ciò avvenga bisogna rimettere insieme rivoluzione e progetto e il design italiano ha scritto bellissime pagine in merito, quando avevamo di meno e immaginavamo di più.

Mettiamoci in gioco quindi, perché gioco e utopia stanno nella cassetta degli attrezzi del progettista, insieme alla speranza. Chi progetta spera, vuole altro e agisce per realizzarlo. Anche in Sicilia, oltre ogni ragionevole speranza, c’è chi, armato di utopia, immaginazione e desiderio, progetta perché pensa che il futuro it’s a wonderful time, a costoro è dedicata la Summer Design Fest di ADI Sicilia.

SUMMER DESIGN FEST
La summer design fest è la festa dei protagonisti del design siciliano: aziende, designer, operatori culturali e della formazione. Un evento che dal 27 giugno ADI Sicilia organizza, con la partnership di Palazzo Cafisi, Farm Cultural Park e Associazione O2italia, presso Palazzo Michele Cafisi, ex fabbrica di falci e asilo, nel centro storico di Favara (AG), in occasione della grande festa annuale di Farm Cultural Park, centro culturale e turistico contemporaneo diffuso, insediato nella parte più antica del centro storico di Favara, paese siciliano a 9 km dalla Valle dei Templi di Agrigento.

It’s a wonderful time, Summer Design Fest è un progetto ideato e prodotto da ADI Sicilia Delegazione Territoriale di ADI – Associazione per il Disegno Industriale.

http://adisicilia.org/?cmd=leggiNews&id=48

image

LABDESIGN_ EVENTO SECONDO CICLO

lab design

LabDesign”  è un evento, organizzato dall’ Ordine degli Architetti di Catania in collaborazione con  lo showroom Arredi Gallina e Valcucine, nota azienda di cucine italiana. Il laboratorio di design ha coinvolto  33 architetti, divisi in quattro gruppi, ognuno con il proprio direttore di laboratorio,  al lavoro per la progettazione di una cucina.

Il secondo ciclo, con Giuseppe Parito come Direttore di Laboratorio,  ha avuto come tema “Ri-cucina”. Reinterpretazione dei concetti del “ri-ciclare, ri-fare, ri-vedere, ri-costruire, ri-progettare”, i sette progettisti alla fine del proprio ciclo di laboratorio,  hanno affrontato con tre progetti differenti la tematica scelta.

Pierantonio Corpaci e Francesco Di Domenico hanno proposto “Earth Kitchen”, in cui la cucina viene proposta in un blocco di terra cruda;

Sebastiano Adragna e Roberta Perrone hanno progettato “Mood”, una cucina legata alla cultura contadina siciliana,

Melissa Duello, Agata Petrillo e Valentina Rinaldi con “Kitos” hanno reinterpretato il concetto di “componibilità”.

KITOS.  Il  progetto mira a ri_organizzare Meccanica, un modello di cucina all’interno del brand  Valcucine. Meccanica rappresenta una vera e propria innovazione sotto l’aspetto generale del suo essere sistema di arredo s/componibile, flessibile, autoportante, modulare, personalizzabile. Attraverso l’analisi di tre temi progettuali: la costruzione di un nuovo brand (RE_BREAND), l’implementazione della sua capacità di diventare sistema operativo aperto sul piano progettuale e produttivo (RE_LEASE), la possibilità di pensare ad uno spazio di vendita dedicato, progettato intorno ad essa (RE_STORE) si sono fatte emergere le potenzialità di questa cucina.

Il progetto finale,  è stato  la creazione di un installazione, all’interno dello showroom Arredi Gallina, con l’intento di far emergere le potenzialità di Meccanica (Kitos_) nel suo essere ripensata e riadattata con nuovi gradi di libertà, come sistema aperto a nuovi punti di vista.

DSC00758

IMG_6761

DSC00757

https://labdesignarredigallina.wordpress.com/